INTRODUZIONE

C’è senza dubbio alcuno un rapporto tra gli “Approcci” da noi proposti e i liquori forti.

Leggere d’un fiato i testi di questa raccolta è decisamente sconsigliato. Occorre ingerire questo genere di scritti a piccole dosi. Anche se sei entusiasta o frettoloso, non leggere più di un Approccio al giorno. Imponiti questa disciplina!

Prenditi il tempo necessario per riflettere, assimilare e sentire quel che è scritto.

Leggere in tal modo è già una pratica spirituale. Dopo aver letto tutto, sarà necessario rileggere. Non perché sei stupido, ma perché sei intelligente. Solo gli sciocchi possono pensare che in questo campo possa bastare una sola lettura.

Nella vita spirituale, ogni opera che si vuole approfondire deve diventare un libro da comodino che verrà letto un gran numero di volte. Constaterai che ad ogni rilettura vivrai più intensamente e più profondamente quanto è scritto. Alla terza lettura, la bruma si dirada e si rivelano inaspettatamente alcune delle cose incomprese nella seconda lettura. Lo stesso vale per la quarta, la quinta, la sesta, la settima e le successive letture. Sarà così finché il testo non verrà stampato nella tua anima.

Non è possibile mettere in pratica, nel giro di uno o due anni, la totalità delle qualità interiori evocate negli Approcci. All’inizio la pratica è limitata. Occorre procedere per tappe successive.

Inizia studiando e meditando attentamente su alcuni Approcci, in modo da poterli assimilare perfettamente, cercando di realizzare quotidianamente le linee guida psicologiche che contengono, continuando così fino a che questa pratica interiore non sia integrata nella tua vita. Dopo, ma solo dopo, è efficace passare alla pratica sistematica di alcuni altri Approcci.

È operando in questo modo, con passo lento e progressivo, senza esitare a ritornare quando è necessario agli Approcci precedentemente studiati, che si otterrà una vera e propria evoluzione interiore, duratura e profonda. Solo coloro che sperimentano in questo modo l’insegnamento potranno parlarne in modo valido e potranno raccogliere i frutti che esso promette. Ogni "Approccio" è un avanzamento specifico che porta ad una particolare consapevolezza. Non tutte le prese di coscienza raggiungono uno stesso livello, è per questo che gli Approcci non affrontano la realtà da un punto di vista unico. Questo spiega la diversità delle proposte che suggeriamo.

Si potrà notare che il linguaggio impiegato è a volte significativamente diverso, però, non è mai contraddittorio. Gli Approcci sono come le innumerevoli sfaccettature del diamante unico della visione spirituale. E’ importante percepire l'unità e la complementarietà dei diversi punti di vista, ma è anche importante rendersi conto che i diversi punti di vista da cui è contemplata la realtà non ricevono lo stesso grado di luce. Parlare sempre al livello più alto non ci sembra essere l'atteggiamento educativo più adatto. Se vogliamo che tutti gli aspetti dell’individuo vengano alla luce, dobbiamo parlare da una molteplicità di livelli e salire rispettando la traiettoria corrispondente intrinsecamente ad ogni punto di osservazione. Ne risulterà un edificio le cui linee convergenti sono di altezza e portata ineguali. Avendo un’ottica prevalentemente pedagogica, non abbiamo esitato, ogni volta che poteva essere utile ad insistere con forza su alcuni aspetti e a ripeterci spesso per evidenziare le nozioni essenziali. Al diavolo la leggerezza dello stile!

Il nostro obiettivo va oltre la letteratura. Il principio che abbiamo adottato e al quale sarà sottoposto il lettore, si ritrova in tanti testi orientali il cui scopo è iniziatico. Si tratta di utilizzare il martellamento ripetitivo di alcuni temi per ottenere una profonda impregnazione dello spirito. Questo martellamento è considerato insopportabile da alcuni intellettuali. È difficile per loro comprendere l’efficacia di queste ripetizioni, proprio perché esse non sono indirizzate alla loro intelligenza che sembra brillante, ma a dei livelli psicologici più profondi.

L'approccio moderno alla metafisica è spesso ridotto alla conoscenza superficiale dell'intellettualismo e ai giochi di prestigio ideologici. Capire superficialmente l'insegnamento spirituale è facile, la semplice intelligenza del testo è sufficiente. Sulla base di questa comprensione superficiale, è possibile scrivere o discutere interminabilmente sul tema.

Quanto alla comprensione profonda di un insegnamento spirituale, essa richiede un cammino personale e può essere raggiunta solo attraverso esperienze interiori e solo arrivando agli stati di coscienza descritti dall'insegnamento.

Per ottenere la profonda conoscenza dell'insegnamento esposto di seguito, è necessario uno sforzo sincero, perseverante e progressivo. Nella realizzazione di questo sforzo si distingueranno quelli la cui ricerca spirituale è seria.

Quando constaterai che tutto ciò che è scritto avresti potuto dirlo tu, lo studio è stato per te una Via di interiorizzazione L'antico insegnamento allora esprime la tua Realtà attuale Conoscenza e Essere si sono ricongiunti.

Questo è ciò che auguriamo a tutti coloro che ci leggono.

“Ben oltre le parole, attraverso il tempo e lo spazio, qualcosa sta aspettando".